Dal Futurismo al ritorno all'ordine 

Palazzo Accorsi

fino al 18 giugno 2017

Una mostra che affronta e indaga, per la prima volta in una visione complessiva, la pittura italiana del decennio cruciale tra gli anni dieci e venti del Novecento.

La rassegna presenta 72 opere, di provenienza museale e da importanti collezioni private, del decennio 1910-1920:

Il Futurismo storico: Filippo Tommaso Marinetti, Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Carlo Carrà, Gino Severini, Luigi Russolo, Fortunato Depero, Primo Conti, gli esponenti dell’eterodossia futurista e gli indipendenti del movimento, da Enrico Prampolini a Mario Sironi, Achille Funi, Leonardo Dudreville, Antonio Sant’Elia, Adriana Bisi Fabbri e Gerardo Dottori.

Il periodo segnato dalla Grande Guerra (1914-1918) dava corpo con maggiore incisività  alla crisi delle avanguardie e tracciava il cammino verso il recupero delle forme e del cosiddetto Ritorno all’ordine, fenomeno di portata europea, qui illustrato nella terza e ultima sezione della rassegna.

La Metafisica è illustrata in mostra da opere di Giorgio de Chirico, di Carlo Carrà, Filippo de Pisis, Mario Sironi e Achille Funi.

Durata visita guidata: 2 ore.

Prenota inviando una mail

info@torinovisita.it

o chiamando il 3661724181

Tutte le informazioni su orari, giorni di apertura, costi di ingresso

sono  consultabili cliccando sul tasto