Castello di Masino

Le sue origini risalgono all’XI secolo quando la famiglia Valperga, supposta discendente da Arduino d’Ivrea, il primo re d’Italia (di cui il castello conserva le spoglie), lo fece costruire in posizione strategica sul corso del fiume Dora a difesa del Canavese, sulla collina morenica al centro della piana di Ivrea, difeso da alte mura e imponenti torri di guardia. Conteso da Savoia, Acaia, Visconti, nel XVI secolo viene distrutto dai francesi di Francesco I e ricostruito come dimora signorile ed ulteriormente arricchito nel XVIII.

Abitato dalla Madama Reale Giovanna Battista Savoia Nemours cui il conte aveva fatto costruire appositamente un appartamento, è oggi proprietà del FAI che ne ha curato la ristrutturazione e lo mantiene aperto al pubblico.

Durata visita guidata: 2 ore circa

Prenota inviando una mail

info@torinovisita.it

o chiamando il 3661724181